SIENA

Nel 1995 il centro storico di Siena è stato inserito dall'UNESCO nel Patrimonio dell'Umanità.
Circondata dagli ulivi e dalle vigne del Chianti, Siena è una delle città più belle della Toscana. Sorta sulla cima di tre colli, la città è percorsa da ampi viali e stretti vicoli, che conducono al cuore della città, Piazza del Campo e a tutti gli altri edifici di richiamo culturale come il Duomo e lo Spedale di Santa Maria della Scala. Famosa per il Palio, la corsa storica a cavallo, che si tiene ogni anno il 2 di luglio ed il 16 di agosto, Siena è anche sede di una delle più antiche università d'Europa. Oltre alla vita quotidiana che anima tutti igiorni le strade e le piazze della città, Siena offre molti eventi culturali, concerti, cinema, teatri ed un'ampia gamma di attività sportive.

Piazza del Campo

Piazza del Campo è davvero unica ed inconfondibile: grazie alla particolare forma a conchiglia ed al color mattone dato dalla pavimentazione in cotto e dal rivestimento dei palazzi che vi si affacciano, posizionandosi al centro della piazza ci si sente quasi avvolti in un caldo abbraccio.
Piazza del Campo ospita, due volte l’anno, il 2 Luglio ed il 16 Agosto, il famoso Palio di Siena, l’evento più atteso da tutti i senesi.
Nella Piazza potrete ammirare la Fonte Gaia, la più grande fontana cittadina decorata, nella versione originale, da sculture di Jacopo della Quercia.
Tra i palazzi affacciati su Piazza del Campo non potete perdervi il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia.
L’imponente Palazzo Comunale, in mattoni e marmo, ospita il Museo Civico della città con diversi capolavori di artisti senesi, tra cui la bellissima Maestà di Simone Martini e il Buono e Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti.
Uno dei panorami più belli della città si gode senza dubbio dalla Torre del Mangia, la torre civica, alta ben 87 metri. La salita è un po’ faticosa, specie se non si è allenati: vi aspettano oltre 400 scalini un po’ ripidi e stretti, ma la vista a 360° che vi aspetta è a dir poco spettacolare e ripagherà ampiamente lo “sforzo” fatto.

IL DUOMO

La visita della città prosegue quindi verso la preziosa Piazza del Duomo. Qui potrete ammirare altri tesori di Siena, che vale davvero la pena di vedere: il Duomo, la Cripta e la Libreria Piccolomini.
Di recente è stato introdotto un nuovo percorso all’interno del Duomo, chiamato “La porta del cielo” che permette di fare una visita guidata della Cattedrale dall’alto, godendo di vedute davvero straordinarie.
Il Duomo di Siena, ovvero la Cattedrale di Santa Maria Assunta, è uno degli esempi più notevoli di chiesa in stile romanico-gotico italiano. Imponente, quasi abbagliante per l’ampio uso di marmo bianco, il Duomo di Siena affascina anche solo dall’esterno. Entrando non rimarrete certo delusi: la Cattedrale è arricchita da opere firmate nientemeno che da Donatello, Nicola Pisano, Michelangelo e Pinturicchio.
L’interno, come l’esterno è decorato in marmo bianco e verde scuro, quasi nero, che sono i colori rappresentativi di Siena. Una delle opere più impressionanti della Cattedrale è il pavimento, composto da 56 riquadri che rappresentano altrettante scene incise ed intagliate nel marmo. I mosaici più preziosi sono coperti per la maggior parte dell’anno per preservarli dall’usura. Se vi troverete a Siena in occasione del Palio o tra la fine di agosto ed ottobre, avrete tuttavia la possibilità di vedere il pavimento interamente svelato.

Libreria Piccolomini

La Libreria Piccolomini, dedicata a Papa Pio II, colpisce per la ricchezza dei suoi affreschi, realizzati da Pinturicchio e dai suoi allievi, tra i quali Raffaello Sanzio agli inizi del 1500.

Non sono affrescate solo le pareti della Libreria, nelle quali ammirerete alcune scene dalla vita di Papa Pio II, ma lo è anche il soffitto, splendente per l’uso abbondante del color oro. La Libreria Piccolomini è un vero piccolo gioiello, assolutamente da vedere.

Battistero

Il Battistero di Siena è intitolato a San Giovanni ed è stato costruito nel 1300 quando fu deciso di ampliare il Duomo. Al Battistero si accede dalla scalinata di Piazza San Giovanni e non si può fare a meno di notare che la facciata marmorea della Pieve è rimasta incompiuta.
L’interno del Battistero è magnificamente decorato con un ciclo di affreschi di artisti senesi del Rinascimento. Il capolavoro più prezioso conservato nel Battistero è tuttavia senza dubbio la splendida Fonte Battesimale a cui lavorarono alcuni dei maggiori scultori del Rinascimento: Jacopo della Quercia, Lorenzo Ghiberti e Donatello.

Museo dell’Opera del Duomo

Il Museo dell’Opera del Duomo è uno dei più antichi musei privati in Italia e si trova nella navata destra della Cattedrale, in quello che dovrebbe essere stato un ampliamento per il progetto del “Duomo Nuovo”, mai completato.
Qui ammirerete le statue trecentesche originali della facciata del Duomo, tra cui quelle realizzate da Giovanni Pisano, la vetrata dell’abside di Duccio da Buoninsegna ed uno dei maggiori capolavori di Buoninsegna e del primo Trecento: la pala della Maestà. Da non perdere il panorama mozzafiato sulla città e dintroni dalla cima del facciatone del Duomo.

Santa Maria della Scala

Il complesso di Santa Maria della Scala è prima di tutto uno dei più antichi ospedali in Europa, dove venivano accolti i pellegrini (ci troviamo lungo la Via Francigena) ed aiutati i poveri ed i bambini abbandonati.
È situato proprio di fronte al Duomo, per cui dovrete fare appena pochi passi per visitarlo. Santa Maria della Scala ospita un vasto patrimonio artistico ed esposizioni temporanee.

Lasciatevi un po’ di tempo per passeggiare per le strade della città, curiosare tra le vetrine dei negozi, perdervi tra i colori e gli stemmi delle diverse contrade, che troverete appesi alle finestre ed alle porte delle case e non solo.

Il Palio di Siena

Il Palio è la manifestazione più importante organizzata nella città di Siena e si svolge ogni anno il 2 di luglio ed il 16 di agosto. Nel Palio le diverse Contrade senesi, ovvero le "zone" in cui è divisa la città, si sfidano in un' appassionata corsa a cavallo in Piazza del Campo. Siena è attualmente divisa in 17 Contrade: Aquila, Bruco, Chiocciola, Civetta, Drago, Giraffa, Istrice, Leocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartuca, Torre, Valdimontone. Ogni Contrada è contraddistinta da uno stemma e colori unici ed occupa una determinata zona della città. Passeggiando per le vie di Siena potrete facilmente capire in quale Contrada vi trovate, osservando le bandiere e gli stemmi esposti lungo le strade. La corsa del Palio ha origini molto remote, si hanno infatti notizie di palii con i cavalli a Siena almeno dal Seicento. Il Palio è molto più che una semplice manifestazione per i senesi, fa parte della loro vita fin dalla nascita. I contradaioli, così si chiamano gli appartenenti ad una Contrada, partecipano alla vita della loro Contrada ed all' organizzazione del Palio tutto l' anno. I senesi vivono il Palio con grande passione e trasporto e certamente ve ne renderete conto se avrete l'opportunità di assistere ad una corsa.

Contatti

digita il secure code: Informativa Privacy
... ho letto l'informativa sulla Privacy *

SOCIETA' AGRICOLA RENACCINO srl

STRADA DI RENACCIO, N. 20
53100 SIENA

Telefoni

Tel. e fax : 0577 378062 - Mobile: 339 8939468

E-MAIL

agricolarenaccinosrl@yahoo.it

COME ARRIVARE:
Venendo dalle direzioni di Firenze o Grosseto, uscite a Siena-Sud dopodichè girate a destra, quindi sempre dritto fino al bivio per Montalcino - Roma - Buonconvento - Monteroni d'Arbia. Qui svoltate a destra imboccando la Str. St. Cassia e dopo un paio di chilometri svoltate sulla Strada di Renaccio (bivio per Taverne d'Arbia - Arezzo), dopo appena 2 chilometri siete arrivati.
Per chi viene dalla SuperStrada Siena-Bettolle (da Arezzo o dal casello di Bettolle dell'Autostrada A1) svoltate a sinistra al Ruffolo e dopo circa 3 chilometri siete arrivati.
Non esitate a chiamare per maggiorni informazioni.